La Biosfera del Libano

(6 giorni / 5 notti)

Arrivo all’aeroporto internazionale di Beirut. Una volta espletate le formalità doganali e di immigrazione, il nostro rappresentante ADONIS TRAVEL & TOURISM ti accoglierà e sarai trasferito al tuo hotel per la notte.

Dopo la colazione, partenza in 4×4 per le attraenti piste boscose del monte Chouf. Qui puoi vivere la bella fine del XVIII secolo con il Palazzo Beiteddine, il più bell’esempio di architettura libanese-ottomana del paese. Quindi prosegui verso la Riserva Naturale di Barouk: cammina nella riserva dove si stima che alcuni alberi abbiano più di 2.000 anni. Le dimensioni e la posizione della riserva sono ideali per la conservazione di mammiferi, come il lupo e il gatto della giungla del Libano, oltre a diverse specie di uccelli e piante di montagna. Rientro in hotel per pernottare.

Scopri il distretto di West Bekaa in 4×4, inizieremo con una sosta vicino al lago Qaraoun e visiteremo le fattorie Tanayel. Nel 1860, Napoleone III lasciò 200 ettari a Taanayel ai padri gesuiti. Originariamente una terra paludosa, i monaci hanno trasformato l’area in terreno agricolo. Stabilirono una grande fattoria, una scuola e un seminario. Proseguiamo lungo la strada per Baalbeck per visitare il sito Patrimonio dell’Umanità che continua a stupire. Il complesso è accessibile da uno scalone monumentale, e poi prosegue attraverso il Propileo e due imponenti cortili marmorei fino al Tempio di Giove, uno dei più grandi templi mai costruiti. A sud si trova il Tempio di Bacco splendidamente decorato. L’edificio si presenta in buono stato di conservazione nonostante le sue ridotte dimensioni rispetto al Tempio di Giove.

Dopo la colazione partenza per Qornet es-Sawda dal Monte Makmel, che si trova ad un’altitudine di 3.088 m, a circa 6 km dall’Istituto dei Cedri, è la vetta più alta del Libano. Un’escursione di andata e ritorno dura tutto il giorno, l’escursione non è troppo difficile, tuttavia in inverno la neve può essere alta. Raggiunta la cima, si gode di un magnifico panorama che si estende verso il mare se la visibilità è chiara. Dopo questa giornata impegnativa, continueremo verso la costa per raggiungere la pittoresca cittadina di Byblos per la notte.

Città moderna e prospera, costruita su più strati di rovine, Byblos è una miscela di raffinatezza e tradizione. Concorrente per il titolo di “la più antica città abitata ininterrottamente”, Byblos fa parte dell’area costiera che era precedentemente nota come Canaan o Fenicia. Gli studiosi moderni ritengono che la città di Byblos sia stata fondata almeno 7000 anni fa (5.000-4.000 aC). Il nome attuale della città deriva dalla parola greca “papyrus” (carta). Byblos non era solo un grande centro commerciale e produttore di papiri, è anche famosa per essere la città dove gli studiosi fenici crearono il primo alfabeto al mondo. La gamma di rovine è costituita da capanne dell’età della pietra, un teatro romano, una fortezza persiana e un imponente castello crociato. Passeggia nel quartiere medievale della città ed esplora i vecchi souk (mercati), i bastioni e diverse belle chiese antiche. Il piccolo porto era un tempo un fiorente centro commerciale utilizzato per spedire legname di cedro nella regione in tempi antichi. Visita il museo delle cere e il museo dei fossili per scoprire la storia politica e naturale della regione. Ogni estate a Byblos si svolge un festival musicale internazionale. Dopo aver visitato questa incantevole città, ci siamo diretti a Jisr El Hajar: un imponente ponte in pietra calcarea naturale, situato alla periferia di Faqra e a circa 3 km da Faraya. Il ponte è lungo 34 metri e alto 15 metri e attraversa il fiume Nahr Al Laban. Sebbene sia così ben scolpito che sembra essere stato creato dall’uomo, in realtà è stato scolpito dal vento e dall’acqua nel corso dei secoli. Attraversa le montagne circostanti per raggiungere Beirut di notte.

Trasferimento all’aeroporto internazionale di Beirut e partenza.